L’E-commerce fa bene alla Puglia

Secondo i dati della ricerca di EBay, riferiti alla provenienza regionale delle pmi impegnate sulla piattaforma, la Puglia risulta tra le prime per numero e volume di affari delle vendite online, soprattutto all’estero.

Una notizia decisamente positiva che, però, secondo me ha un fondamento nell’accortezza di coloro che hanno capito che, se il mercato interno langue, bisogna esplorare nuovi orizzonti. I Pugliesi, si sa, sono mercanti e navigatori, da bravi Italiani, e quindi non hanno difficoltà a lanciarsi in nuove sfide.

Sono i territori dove il tasso di disoccupazione è più alto e l’imprenditorialità tradizionale stenta a decollare che l’eCommerce ha l’impatto più forte: insieme alla Puglia, infatti, troviamo Calabria, Campania e, soprattutto, Sicilia.

Faccio anche un’altra considerazione: si tratta di territori che hanno un forte impatto nell’immaginario collettivo soprattutto straniero. Un vero e proprio brand in quanto tale, che porta gli utenti ad acquistare non solo, e non tanto, un solo prodotto ma addirittura il luogo da cui proviene.

I Paesi verso cui le aziende esportano di più sono Francia e Germania, dato sorprendente perché da sempre i tedeschi sono stati i nostri primi clienti. A seguire, nei confini europei, Spagna e Regno Unito. Per quanto riguarda, invece, il settore merceologico che ha più successo all’estero, il primato va ai ricambi e accessori per auto e moto.

Anche quest’ultimo dato può suscitare una riflessione: vuol dire che i nostri settori che consideriamo, giustamente, i pezzi forte della nostra terra, vale a dire agricoltura e turismo, hanno ancora ampi margini di miglioramento.

Coraggio allora, entra nell’era digitale! 😉

Commenti

Leave a Reply