Blog, Comunicazione, Edile, Media company

Architetti: 3 cose per la promozione del proprio lavoro senza i social media

Ho lavorato alla cerimonia organizzata dall’Ordine degli Architetti di Bari, intitolata “50 anni di professione”, per celebrare colleghe e colleghi che abbiano superato i cinquanta anni di iscrizione all’albo. Mi sono occupato della comunicazione, delle relazioni con la stampa e della trasmissione in diretta streaming dell’evento. E’ stato per me un onore e un piacere accettare l’invito anche a presentare la serata, nel corso della quale ho potuto vedere da vicino professionisti considerati veri e propri maestri dagli intervenuti, ma anche, anzi soprattutto, come è cambiata la mia città, Bari, nel corso dei decenni grazie al lavoro di queste persone. Allora, mi sono chiesto come oggi si possa promuovere al meglio la professione di architetto.

Cinquanta anni sono un’enormità dal punto di vista della promozione di una professione. Oggi la “Reclàm” non esiste più, c’è ancora la pubblicità ma nel caso delle libere professioni non è sempre del tutto libera, per ragioni deontologiche, e devo aggiungere anche poco efficace, per ragioni commerciali. Un architetto non può fare pubblicità, magari, affiggendo manifesti in giro per la città con sopra un bel “3×2” o “Vieni da noi” o “Black Friday, questo mese sconto del 50% sulla progettazione”. Non avrebbe nemmeno senso commerciale farlo.

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere aggiornamenti su brand journalism e media company

Tre strumenti digitali che possono aiutare un architetto a promuovere il suo lavoro senza passare dai social media

Sito web dello studio di architettura

Partiamo dalle basi, il sito web. Sappiamo quanto i social media siano ottimi spazi per promuovere idee, prodotti e servizi ma siamo allo stesso modo consapevoli che possono sparire da un momento all’altro o possono escluderci in qualsiasi momento, a loro piacimento trattandosi di una proprietà privata. Faccio sempre l’esempio che Twitter ha escluso l’allora presidente degli Stati Uniti in carica, figuriamoci cosa se ne fa del giornalista e consulente Gennaro Del Core. Questo rende l’idea di quanto sia importante, per salvaguardare la storia della promozione di uno studio di architettura, realizzare casa propria, esattamente come fanno per le loro committenze. Una casa di proprietà che non sia a rischio chiusura per le decisioni, o peggio per i capricci, di qualcun altro. Un sito web nell’accezione moderna, non una vetrina muta e immutabile ma un luogo che diventi anche lo spazio principale di una media company. Un sito che abbia, tanto per cominciare, un blog dello studio di architettura, grazie al quale il professionista possa raccontare e raccontarsi. Mostrare e non solo dire cosa sta facendo, quali progetti sta realizzando o ha terminato. Mostrarli attraverso parole oltre che foto e video.

Newsletter dello studio di architettura

All’interno del sito web, va creata una sezione per raccogliere indirizzi mail di persone realmente interessate a quello che fai. E’ inutile rincorrere dati di persone che non sono interessate, non ha senso commerciale ed è anche un problema dal punto di vista del Gdpr. Il garante ha più volte sanzionato una modalità aggressiva di marketing. Crea uno spazio nel quale i clienti potenziali dello studio di architettura possano registrarsi, senza dover lasciare anche il codice fiscale, bastano nome, cognome e mail. Tanto se vorranno saperne ancora di più saranno loro a contattarti. Subito dopo aver raccolto i dati (gli indirizzi mail) pensa a un piano e un calendario per l’invio di comunicazioni. Non penserai di mandare comunicazioni esclusivamente commerciali, vero? Devi creare un legame con i tuoi utenti, non è detto che ti ingaggino subito ma l’abitudine ad avere tue notizie sicuramente farà in modo che ti considerino un riferimento, quando sarà il momento dell’acquisto.

Canale Telegram dello studio di architettura

Terzo suggerimento per una strategia più efficace e soprattutto duratura nel tempo, apri e gestisci il canale Telegram dello studio di architettura. Può essere un ulteriore punto di contatto con i tuoi utenti senza molestarli. Non si tratta, infatti, di una chat. Non ci saranno commenti alle tue comunicazioni (per quello puoi creare un gruppo a parte), nè tanto meno santini o gattini o buongiornissimo. Un canale diretto con segue i tuoi lavori e che vuole conoscere il tuo perché. Per quali motivazioni e con quali valori svolgi la tua professione di architetto, qual è la tua idea di sostenibilità. Sono drive di scelta ai primi posti nell’orientamento del mercato e la possibilità di stabilire un rapporto diretto con te sarà un valore aggiunto. Quelli che rinunciano alle opportunità del web, o peggio le rifuggono e le sconsigliano, stanno semplicemente rinunciando alle principali possibilità di raggiungere nuovi clienti e consolidare quelli già acquisiti.

Contattami se vuoi saperne di più

Tagged , , , , ,

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.