Superbonus 110: cosa, come e quando

Il Superbonus è stato al centro dell’ultimo appuntamento del ciclo “Incontri Smart” che ho organizzato per favorire le relazioni tra portatori di interessi in un determinato settore, in questo caso quello edile.

Si tratta di una misura, come saprai, che prevede una detrazione fiscale del 110% sulle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per lavori, cosiddetti trainanti, con finalità di efficientamento energetico ed interventi antisismici su edifici o singole unità abitative. Possono agganciarsi anche i cosiddetti lavori trainati, ovvero l’installazione di colonnine per la ricarica elettrica di veicoli oppure di impianti fotovoltaici. Questi interventi, tuttavia, sono consentiti solo in caso venga svolto almeno uno dei lavori trainanti.

Il Superbonus 110% viene considerato un aiuto per il settore edile, in crisi già prima del covid.

Tuttavia, come è emerso dal dibattito in streaming, non è tutto oro quello che luccica. Ho invitato, infatti, i rappresentanti di più punti di vista sul tema:

  • Armando Coppola, architetto ed ingegnere;
  • Vito Lucente, vicepresidente AMi – Associazione Manager immobiliari;
  • Antonio Pinto, presidente Confconsumatori Puglia.

Il Superbonus 110% è certamente uno strumento valido per riqualificare il patrimonio immobiliare italiano, purtroppo in molte occasioni lasciato in uno stato di abbandono o quasi. In molti altri, invece, semplicemente non curato a dovere, necessita di interventi per il recupero strutturale e per riqualificare la spesa energetica. I protagonisti della filiera sono così convinti della sua utilità da richiedere l’estensione di tale misura fino alla fine del 2023, da qualche parte si auspica persino fino al 2025.

Tuttavia, come in tutti i momenti di avvio di una nuova misura, in qualsiasi settore, il rischio è sempre quello che si infilino improvvisati o, peggio, avventurieri con finalità truffaldine. Ecco da dove è nata la volontà di invitare addetti ai lavori e rappresentanti riconosciuti dei portatori di interessi legittimi nell’ambito di un comparto, edile.immobiliare-condominiale, che necessita ora di grande sostegno ma anche grande serietà.

Perchè la modalità diretta streaming per parlare di Superbonus?

Perchè è la migliore per favorire un’interazione diretta tra i relatori e coloro che hanno seguito l’iniziativa dai propri dispositivi. Se hai già letto o visto qualcosa che abbia scritto o detto, sai già come intendo le potenzialità del comunicare oggi. Del resto, ho già organizzato moltissimi webinar pubblici, come quello sulla disabilità in occasione della giornata mondiale. Nel ruolo di tessitori sociali, quale quello che i comunicatori possono e devono ricoprire soprattutto in una fase così delicata, servono spazi di incontro, al di là del fatto che siano in presenza o immateriali. Per ricostruire, non solo in senso letterale del termine, dobbiamo ritrovare luoghi comuni che favoriscano il confronto e la crescita per tutti.

Contattami per la tua comunicazione o iscriviti alla newsletter

1 Comment

  1. L'anno dei costruttori > Gennaro Del Core

    2 Gennaio 2021 at 7:58

    […] Di certo, Mattarella non alludeva a nulla di edile (a tal proposito, invece, puoi rivedere la mia diretta in tema di superbonus) ma, piuttosto, puntava a segnalare una necessità che incombe sull’Italia. Quelli che noi di […]

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.